Home / News / 16 ricercatori ITAE tra il 2% dei migliori scienziati al mondo

 
Sedici ricercatori dell’ITAE  sono stati inseriti tra i “World’s 2% top scientists” secondo le liste (carrier-long e single recent year impact) realizzate dalla Stanford University in base alla produttività scientifica e pubblicata sul PLOS Biology Journal.
La ricerca è stata condotta dalla Stanford University e da Elsevier sulla base dei dati citazionali riferiti alle carriere dei ricercatori e all’anno precedente di tutti i ricercatori del mondo presenti nel database Scopus.
Una volta che questi dati sono stati elaborati, i ricercatori che sono stati citati nel top 2% vengono inseriti in un database pubblico disponibile all’indirizzo internet:
Per ogni ricercatore viene indicato il settore in cui è attivo e il ranking corrispondente, differenziato tra ranking che includono i riferimenti di auto-citazioni e quelli che non li includono. L’ITAE vanta 10 ricercatori nella lista “carrier-long” (di cui 3 in pensione) e 11 nella lista “single recent year impact”. Tre ricercatori sono presenti su entrambe le liste.
È un grande risultato per l’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” (ITAE) di Messina e per il Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Questa è la lista dei ricercatori:
Antonino Salvatore Aricò, (direttore ITAE), Pietro Staiti , Salvatore Freni , Francesco Frusteri, Vincenzo Antonucci, Vincenzo Baglio, Enza Passalacqua, Francesco Lufrano, Giovanni Restuccia, Gianluca Leonardi, Antonio Vita,  Giuseppe Bonura, Stefania Siracusano, Andrea Frazzica, Lidia Pino, Valeria Palomba.
 

Share This