Home / Direttore

 

Dr. VINCENZO ANTONUCCI

Esperienza Professionale

Dal 01/09/2019 ad oggi :Direttore Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” del Consiglio Nazionale delle Ricerche

dal 31/12/2001–alla data attuale :    Dirigente di Ricerca Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano”, Messina (Italia)

Competenze organizzative e gestionali

Il Dr. Antonucci è anche responsabile del gruppo di ricerca su “Sistemi per tecnologie energetiche (SYS)” presso Il CNR-ITAE

Dal 2012 è stato indicato dal Presidente del CNR come rappresentante CNR all’interno del CdA del DITNE SCARL, Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia. La sua candidatura è stata successivamente approvata e ratificata dal CdA del Distretto.

Dal maggio 2006 è stato nominato Capo Progetto Generazione Distribuita di Energia del DET (Dipartimento Energia e Trasporti) del CNR. Continua a svolgere tale ruolo informalmente nell’ambito del nuovo Dipartimento DIITET (Dipartimento Ingegneria, ICE e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti) in attesa dei nuovi regolamenti per la strutturazione dei Dipartimenti.

Dal 01.01.2001 al 2006 , nell’ambito del piano triennale 2001-2003 dell’ITAE ha avuto l’incarico di coordinare i programmi scientifici afferenti alla tematica “ Sistemi per la Produzione Diretta di Energia Elettrica” dell’ Istituto CNR-TAE. L’attività di coordinamento è stata svolta in stretta collaborazione con i responsabili dei seguenti programmi scientifici : Celle a Combustibile ad Elettrolita Polimerico, Celle a Combustibile a Metanolo Diretto, Celle a Combustibile a Carbonati Fusi, Celle a Combustibile ad Ossidi solidi, Nuove Tipologie di Celle Fotovoltaiche

Dal 1993 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia chimica in energia elettrica. Celle a combustibile ad ossidi solidi” dell’Istituto CNR-TAE

Dal 1993 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia chimica in energia elettrica. Celle a combustibile a metanolo diretto (DMFC) dell’Istituto CNR-TAE

Dal 1989 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia solare in   energia chimica e/o elettrica” dell’Istituto  CNR-TAE

Competenze professionali 

Dal 2012 è stato indicato dal Presidente del CNR come rappresentante CNR all’interno del CdA del DITNE SCARL, Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia. La sua candidatura è stata successivamente approvata e ratificata dal CdA del Distretto.

Dal maggio 2006 è stato nominato Capo Progetto Generazione Distribuita di Energia del DET (Dipartimento Energia e Trasporti) del CNR. Continua a svolgere tale ruolo informalmente nell’ambito del nuovo Dipartimento DIITET (Dipartimento Ingegneria, ICE e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti) in attesa dei nuovi regolamenti per la strutturazione dei Dipartimenti.

Dal 01.01.2001 al 2006 , nell’ambito del piano triennale 2001-2003 dell’ITAE ha avuto l’incarico di coordinare i programmi scientifici afferenti alla tematica “ Sistemi per la Produzione Diretta di Energia Elettrica” dell’ Istituto CNR-TAE. L’attività di coordinamento è stata svolta in stretta collaborazione con i responsabili dei seguenti programmi scientifici : Celle a Combustibile ad Elettrolita Polimerico, Celle a Combustibile a Metanolo Diretto, Celle a Combustibile a Carbonati Fusi, Celle a Combustibile ad Ossidi solidi, Nuove Tipologie di Celle Fotovoltaiche

Dal 1993 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia chimica in energia elettrica. Celle a combustibile ad ossidi solidi” dell’Istituto CNR-TAE

Dal 1993 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia chimica in energia elettrica. Celle a combustibile a metanolo diretto (DMFC) dell’Istituto CNR-TAE

Dal 1989 al 2001 è stato responsabile di ricerca del Progetto “Conversione diretta di energia solare in   energia chimica e/o elettrica” dell’Istituto  CNR-TAE

Responsabilità in Progetti scientifici

Dal 1981 ad oggi coordinamento per CNR-ITAE e CNR-DIITET, assumendone la responsabilità scientifica, 31 contratti industriali conto terzi, 26 progetti nazionali di cui 16 a coordinamento nazionale, 8 progetti europei di cui 1 a coordinamento europeo.

Nelle sue funzioni di Capo Gruppo CNR-ITAE, Capo Sezione CNR-ITAE e Capo Progetto di Dipartimento DET (adesso DIITET) coordinamento di 14 contratti industriali conto terzi, 10 progetti nazionali e 7 progetti europei.

Responsabile dal 1986 di 15 Progetti di Ricerca Bilaterali Internazionali con Organizzazioni ed Università operanti in Russia, Brasile, USA, Grecia, India, S.Korea, Slovenia, Polonia, Egitto, UK, Argentina, Messico.

Appartenenza a gruppi / associazioni    Nel 2013 ha fatto parte della Commissione Internazionale di valutazione per lo European Doctorate del Center for Renewable Energy Sources and Saving di Pikermi, Grecia.

Dal 2013 fa parte della “Smart Cities and Communities Stakeholder Platform della UE e del gruppo di lavoro ristretto “Road Map group” finalizzato all’individuazione degli approcci e dei progetti da sostenere in ambito Horizon 2020.

Dal 2010 è stato nominato responsabile e delegato CNR per il gruppo di lavoro EERA Smart Cities.

Dal 2010 è stato nominato responsabile e delegato CNR per il gruppo di lavoro EERA Smart Grid.

Dal 2008 è il rappresentante CNR del gruppo NHERGY (adesso Hydrogen Europe) che rappresenta i principali Enti di Ricerca ed Università Europei nel settore Idrogeno e Celle a Combustibile all’interno del JU della Commisione Europea. Sempre nel 2008 è stato eletto dall’Assemblea Generale “Member of the board” con la carica di Vice Presidente ed ha mantenuto l’incarico fino alla scadenza del mandato (2011). Attualmente fa parte del Gruppo di lavoro su “Early Markets”.

Dal 2007, sulla base del Protocollo di Intesa firmato fra CNR e COSVIG (Consorzio per lo Sviluppo delle aree Geotermiche), ha coordinato le iniziative CNR per la creazione del Centro Internazionale di Trasferimento Tecnologico di Monterotondo Marittimo (GR) finalizzato all’incremento della diffusione ed utilizzo delle Risorse Rinnovabili. Membro del direttivo e del consiglio scientifico fino al 2011.

Nel 2004 ha fatto parte del gruppo ristretto per la definizione del Piano Energetico Regionale della Regione Sicilia. Ha curato in particolare la definizione e la redazione della programmazione dell’utilizzo delle risorse rinnovabili e la loro integrazioni con le tecnologie ad idrogeno.

Dal 2003 al 2004 ha fatto parte del gruppo di esperti nominato dalla Commissione Europea per la stesura della SRA (Strategic Research Agenda) per Fuel Cell and Hydrogen nell’ambito del VII FP. In particolare è stato coinvolto nel gruppo di lavoro destinato alle applicazioni Automotive. Successivamente è stato invitato dal Gruppo a presentare la “Vision Europea” della CE in occasione dell’incontro DOE (US) – CE sull’argomento.  Successivamente (2005) ha fatto parte dell’ “Executive Group” della European Platform for Hydrogen and Fuel Cell” partecipando alla redazione della Road Map per l’introduzione della tecnologia in Europa. Ha in particolare partecipato alla stesura del documento “Early Markets”.

Nell’Aprile 2002 è stato nominato Presidente della Commissione CEI CT 105 Celle a Combustibile per la definizione degli standard e normative di applicazione della tecnologia. Ha mantenuto questa carica fino al 2008.

Dal Novembre 2000 fino al marzo 2002 ha fatto parte di un Gruppo di Esperti nominato dalla CEE per la redazione di un documento strategico-tecnico ” Future needs and challenger for Non Nuclear Energy Research in the European Union” avente per oggetto la definizione delle deadlines per le attività da supportare e sviluppare nel corso del VI e VII Programma Quadro.

Nel dicembre 2000 è stato nominato membro della Commissione istituita dal CNR per la predisposizione del Progetto “Celle a Combustibile” da presentare al MURST nell’ambito del D.lgs. n.204/1998 Fondo Integrativo speciale per la ricerca (FISR), Ministero del Tesoro, del bilancio e della programmazione economica.

Dal 1991 al 1995 è stato chiamato a far parte dell’”Expert Committee” per la definizione delle direttive strategiche di sviluppo delle celle a combustibile ad ossido solido, nell’ambito delle attività relative all’”Advanced Fuel Cells  Programme” dell’International Energy Agency (IEA), coordinato per l’Italia  da ENEA

 

Pubblicazioni

Per quanto riguarda il piano scientifico, la produzione pubblicistica di Vincenzo Antonucci assomma 294 pubblicazioni a stampa su riviste internazionali (scopus), più di 30 su riviste nazionali, oltre 600 atti di convegno nazionali ed internazionali, 105 invited, plenary e keynotes, 2 libri e 18 capitoli di libro, 4 brevetti internazionali e più di 400 rapporti tecnici. L’attività di pubblicistica si traduce in un H index di 54 con 10505 citazioni (scopus). Il candidato è risultato decimo e sedicesimo in due speciali classifiche internazionali dei 20 Top Authors nel campo delle “Fuel Cells” riferite al decennio 1993-2003. Queste classifiche, redatte dalla società THOMPSON ISI (Institute for Scientific Information) –ESI-Topics,  erano  riferite rispettivamente alla media di citazioni per articolo         e al numero totale di citazioni  in  pubblicazioni  su  riviste internazionali. Tali classifiche sono state pubblicate  nel luglio 2003 sul sito Internet della THOMPSON ISI ed attualmente disponibili sullo stesso sito: http://www.esi-topics.com/fuelcells/authors/b1c.html; http://www.esi-topics.com/fuelcells/authors/b1a.html

 

Share This