Home / Imprese

 

L’ITAE ha avuto un approccio attento ed aperto verso le richieste di innovazione provenienti dal mondo delle imprese. E’ in tale ottica che si inseriscono sia la costituzione di un ufficio di trasferimento tecnologico che la realizzazione del Centro per la promozione dell’innovazione ed il trasferimento delle tecnologie energetiche (Centro Prove).

Questo modo di operare ha consentito all’ITAE, nel corso degli anni, di instaurare significativi e duraturi rapporti di collaborazione con alcune importanti realtà industriali sia italiane che estere.

Di seguito, un elenco parziale delle imprese con cui si è collaborato o si sta collaborando:

Italiane

Nuvera Fuel Cell; De Nora; Rodriquez Cantieri Navali S.p.A.; SOFC POWER S.p.A.; St Microelectronics; FIAMM S.p.A.; AVIO S.p.A.; Tozzi Renewable Energy; FR Engineering; Meridionali Impianti; Avio S.p.A.; Recuperator S.p.A.; Carlo Gavazzi Space S.p.A.; Pirelli S.p.A.; Fincantieri S.p.A.; SOL S.p.A.; ECO-RIGEN s.r.l; Italcementi S.p.A.; Signo Motus Srl; Terna S.p.A.;

Estere

Solvay (Belgio); FuMA-Tech (Germania); Sud Chemie (Germania); Johnson Matthey PLC (USA); Viessmann Werke (Germania); Mitsubishi plastics (Giappone); Toyota Europe (Belgio); SorTech AG (Germania); Toyota Motor Corporation (Giappone).

Le collaborazioni con le imprese si possono svolgere principalmente attraverso tre modalità:

  • la partecipazione congiunta a progetti finanziati nell’ambito di programmi europei (Horizon 2020), nazionali (PON Ricerca e Innovazione, PON Imprese e Competitività) o regionali (PO FESR, PO FSE);
  • l’affidamento, tramite contratti di ricerca commissionata, nei quali l’impresa commissiona all’ITAE specifiche attività di ricerca e sviluppo;
  • contratto/accordo di ricerca in collaborazione in cui l’ITAE e l’impresa, sulla base di un progetto di ricerca concordato, si impegnano a svolgere, congiuntamente, determinate attività.

Oltre che collaborare direttamente con le imprese, l’ITAE interagisce anche con le sedi locali delle associazioni che rappresentano le imprese: Confindustria Sicilia, Confindustria Messina.

In particolare, con Confindustria Messina è stato realizzato un progetto “Energy Power Cluster”, il partenariato comprendeva anche la società INNOVABIC di Messina, l’Università degli Studi di Messina e ComoNext, il parco tecnico-scientifico di Como. Il progetto, che si è svolto in due provincie, quelle di Messina e di Como, era rivolto alle PMI dei due territori. Nello specifico, a Messina, ed in altre provincie siciliane, sono state svolte attività a favore delle piccole imprese del settore della nautica da diporto che comprendevano: un’indagine conoscitiva sui fabbisogni delle imprese; l’organizzazione di eventi R2B (Research to Business); l’audit tecnologico; il supporto all’implementazione di progetti pilota.